fbpx

Una stagione di cuore, ma anche di testa: i benefici del Mental Coaching

Approfittiamo di questo periodo di preparazione generale per raccontarvi più nel dettaglio i benefici che Coach Gianpaolo e i suoi servizi di Mental Coaching hanno apportato quest’anno al Team Scirocco.


COME CI SIAMO CONOSCIUTI E COME È NATA LA COLLABORAZIONE?

La scorsa primavera 2021, sono stato contattato da Gianpaolo e dopo esserci confrontati per qualche settimana sulla reciproca intenzione di voler introdurre dei servizi di Mental Coaching all’interno di Scirocco, ci siamo incontrati di persona per la prima volta in occasione del mio Tour a Manerba del Garda, Domenica 23 Maggio 2021.

Scirocco TF - Giampaolo and Alessandro Manerba
Tour a Manerba del Garda Domenica 23 Maggio 2021.

È stato un incontro piacevole e interessante. Ricordo che avvertii una sensazione positiva, di buon auspicio. Una volta terminato l’allenamento mattutino, abbiamo voluto approfondire la nostra conoscenza in maniera più personale dei nostri background nel mondo dell’atletica in Italia e all’estero, delle nostre esperienze e soprattutto delle nostre filosofie sportive. Abbiamo trovato fin da subito una forte intesa e una mission condivisa: “Regalare divertimento, fiducia e ottimismo all’Atletica Italiana”.
Da quel momento ho capito che Gianpaolo poteva essere una risorsa per il nostro team.


LA PRIME SESSIONI individuali: INTAKE SESSION.

Tra l’estate e l’autunno 2021 abbiamo lavorato sulla costruzione dei servizi da offrire, fino al lancio sul sito di Scirocco. Con l’arrivo dell’inverno 2022 e l’avvicinarsi dei campionati italiani indoor di Ancona, abbiamo deciso di cominciare una prima esperienza di Mental Coaching, proponendo l’invito anche a Elisa Di Lazzaro e Hassane Fofana. Abbiamo cominciato con delle sessioni individuali chiamate “Intake Session“, dove si ha l’opportunità di:

  • Conoscersi, instaurare fiducia, alleanza e confidenzialità,
  • Capire se gli argomenti di sessione sono materia affine al coaching,
  • Imparare a costruire un obiettivo Smart (leggi articolo)
  • Valutare quanto potrebbe durare il viaggio da intraprendere insieme considerando l’obiettivo/i che si vuole raggiungere.

Personalmente non avevo un obiettivo specifico su cui voler lavorare, ma ero molto curioso di intraprendere questo percorso.

Durante la sessione di Intake, abbiamo svolto alcuni esercizi fondamentali, tra cui la time-line da cui ho potuto ripercorrere su una linea del tempo immaginaria le tappe più importanti della mia vita e assegnare ad ognuna di esse un’etichetta di Up o Down a seconda se si trattasse di un momento positivo o negativo.

Un altro esercizio particolare che ricordo è la ruota della vita in cui viene richiesto di rappresentare con un punteggio da 1 a 10, il livello di soddisfazione attuale di alcune importanti aree della vita: tempo libero, salute, amicizia, finanze, ecc.

La cosa straordinaria è quello che succede immediatamente dopo aver compilato la ruota: viene chiesto di osservarla e commentarla liberamente. È un’opportunità unica per capire effettivamente quali sono le aree prioritarie della vita che necessitano di maggior intervento e aiuta a capire come costruire e raggiungere uno o più obiettivi.

Esempio di Ruota della Vita

Infine un terzo esercizio utile che ricordo èl’analisi della abilità uniche: un confronto introspettivo di pregi e difetti che aiuta a ragionare sulle ragioni di certe soddisfazioni e insoddisfazioni. Durante la sessione di Intake, sono riuscito a costruire un obiettivo formulato in maniera SMART, ossia un obiettivo specifico, misurabile, raggiungibile, scritto e orientato nel tempo.
Ho portato a casa importanti conclusioni e apprendimenti generali sulla situazione attuale che stavo vivendo, quello che mi aspettava e che avrei voluto raggiungere. Traendo beneficio in prima persona da questo primo incontro, anche i ragazzi hanno voluto fare lo stesso tipo di esperienza con Coach Gianpaolo e abbiamo stabilito altre due Intake session per Elisa e per Hassane.

Avevo il pensiero che fosse tutto molto più astratto, ma in realtà riesco a vedere moltissimi richiami altamente pratici. Questa è secondo me qualcosa che dovremmo sottolineare e in futuro promuovere fortemente.

Coach Alessandro Vigo

il LUXX PROFILE TEST per CONOSCERSI MEGLIO, motivarsi E SVILUPPARE INTESA DI SQUADRA.

La vita da pista è dura perché fatta di faticosi allenamenti, impegni e sacrifici che a volte possono mettere a dura prova la motivazione di tutti. Capita spesso infatti che un atleta affronti un periodo difficile caratterizzato da un calo di motivazione. Ma come può aiutare un allenatore in questi momenti?

Ognuno di noi è motivato o meno da alcuni particolari fattori interni detti Fattori Motivazionali. Ciò che origina problemi spesso sono disallineamenti e modi diversi di vivere e vedere alcuni di questi fattori, che a medio lungo termine creano frustrazioni e stress. È importante dunque capire e individuare quali di questi fattori ci motivano e quali ci demotivano.

Pertanto, abbiamo deciso di proseguire con entusiasmo il percorso intrapreso,
con l’obiettivo di conoscersi meglio e imparare a mantenere un alto livello di motivazione, oltre che ottimizzare l’intesa di squadra.

Gianpaolo and Hassane

Abbiamo proseguito il lavoro con un approfondimento individuale di conoscenza e analisi della personalità. A tale scopo, abbiamo utilizzato il LUXX Profile Test, ossia una valutazione psicologica standardizzata online che fornisce informazioni sui bisogni di una persona attraverso lo screening dei Fattori Motivazionali primari.

Esso permette di comprendere in modo più profondo il comportamento di una persona, aiutando a raggiungere un’effettiva consapevolezza di sé e degli altri si dimostra un grande supporto nella strutturazione della vita privata e professionale, nel perseguimento e nel raggiungimento degli obiettivi, oltre ad influenzare le aree delle relazioni.

Mi è stato inviato un link che collegava a un test personale della durata di circa 20 minuti, caratterizzato da 144 affermazioni a cui veniva chiesto di attribuire un punteggio che va da 0 a 5 a seconda che tali affermazioni fossero vicine o lontane al nostro modo di pensare e fare. Analogamente anche Elisa e Hassane hanno ricevuto il link e hanno compilato tale questionario.

Una volta concluso il test, sulla base delle risposte date, è stato generato un vero e proprio profilo della personalità caratterizzato da precise soglie per ognuno dei Fattori Motivazionali. Dopo un’attenta analisi dei profili da parte di Coach Gianpaolo, sono stati fissati appuntamenti per delle sessioni individuali in cui sono stati osservati i risultati.

Esempio di LUXX Profile Test


alla scoperta di sè stessi per capire il perchè di certi comportamenti nello sport e nella vita.

Nel periodo a cavallo tra la mia prima sessione di Mental Coaching e la sessione di interpretazione del LUXX Profile test è trascorsa circa una settimana. Durante quei giorni si è innescato dentro di me un processo di profonda riflessione. Con l’aiuto di Coach Gianpaolo, ho fatto ordine e ho messo da parte pressione e stress, ricordandomi improvvisamente quanto mi stessi divertendo a fare il mio lavoro.

La sessione di interpretazione del profilo è stata una sorpresa. Coach Gianpaolo, mi ha mostrato i risultati del test e ho visto come si presentano i miei Fattori Motivazionali e come li esprimo. Grazie ad un’accurata descrizione, ho capito l’importanza e il significato che assumono i diversi colori attribuiti ai fattori.

Coach Gianpaolo’s Scirocco TF T-shirt

Infatti, ogni Fattore Motivazionale, può assumere tre diversi colorazioni: blu, grigio o rosso, a seconda della modalità con cui viene espresso. Ad esempio, per il Fattore Motivazionale Curiosità, la colorazione blu, identifica i soggetti che la esprimono in termini prettamente pratici, mentre la colorazione rossa, raggruppa le persone che prediligono una curiosità teorica. Infine, il colore grigio, rappresenta coloro che vivono il Fattore Motivazionale con neutralità e che preferiscono esprimere entrambe le modalità.
Inoltre, ogni Fattore Motivazionale è misurato da un grado di intensità statisticamente rilevante rispetto alla media mondiale delle personalità osservate attraverso il LUXX test.

Dunque, con il mio profilo al centro dell’attenzione, senza l’ausilio di particolari esercizi, ho potuto effettuare uno zoom sulla mia personalità, questa volta da un punto di vista pratico-relazionale. Confrontare il mio modo di vivere e di pensare con quello degli altri non è un esercizio facile, ma si possono cogliere i limiti delle proprie convinzioni e scoprire come in alcune circostanze, anche la visione altrui può essere vantaggiosa.

In generale ho trovato le descrizioni dei risultati coerenti con quello che già percepivo della mia personalità. Inoltre, sono riuscito a scoprire quali sono le situazioni e i comportamenti che più mi motivano, oltre che a gestire nel migliore modo possibile le situazioni che mi creano frustrazione e disagio.
Tra le conclusioni più importanti sono state evidenziate:

  • Forte curiosità di scoprire e capire cose nuove ed offrire nuove strategie e soluzioni,
  • Piacere a influenzare, dirigere e assumermi responsabilità
  • Preferenza al distinguersi dagli altri e volontà di sviluppare metodologie e approcci di comunicazione che rappresentino superiorità
  • Amore e orientamento verso il gruppo e la comunità con emozioni ed energie incluse
  • Volontà di socializzare, aiutare e supportare gli altri nel nome della giustizia.

Nonostante ogni fattore motivazionale abbia la sua importanza e sia distinto dagli altri, è molto interessante analizzare come questi si combinino tra di loro, generando alleanze e conflitti.

Momenti di preparazione alla sessione

Tra le combinazioni più rilevanti, chiamate anche costellazioni, ricordo la combinazione dei seguenti fattori: Impegno Sociale e Partecipazione Sociale entrambi di colore rosso e Autonomia di colore blu, tutti statisticamente significativi. Sembra che la combinazione dell’espressione di questi tre fattori, caratterizzi un vero e proprio asset personale competitivo, molto vantaggioso per la mia professione.

Se non ti conoscessi, guardando questa combinazione di tre fattori motivazionali, ti direi che sei nato per fare l’allenatore.

Coach Gianpaolo Caprino

Per quanto riguarda i conflitti invece, ne abbiamo evidenziati due: da una prospettiva interna, abbiamo ragionato sul fatto che la combinazione dei fattori “Influenza” e “Status” entrambi di colore rosso, a volte mi rende difficile chiedere aiuto alle persone, in quanto agli occhi degli altri sembro spesso perfetto e impeccabile.

Mentre un conflitto esterno è caratterizzato dalla combinazione dei fattori “Accettazione Sociale” di colore rosso e “Sicurezza” di colore blu che non sempre mi aiutano a capire e comprendere le persone che si preoccupano e hanno spesso paura.

Ciao Gian, ti volevo semplicemente ringraziare per questa esperienza che mi sta davvero aprendo gli occhi e forse era necessaria perchè potessi anche io capire da dentro cosa rappresenta questo metodo.

Coach Alessandro Vigo

Anche Elisa e Hassane hanno partecipato ad una sessione di interpretazione individuale dei risultati dei loro profili e successivamente abbiamo continuato con due sessioni di gruppo lavorando in gruppi da tre (atleta, allenatore, mental coach) per osservare da vicino il mio profilo a confronto con quello dei miei due atleti.


Autonomia: LA VISIONE DI UN TEAM, UNO PER TUTTI O TUTTI PER UNO?

Uno dei punti focali della sessione di interpretazione dei risultati del mio profilo si è basata sull’analisi del Fattore Motivazionale “Autonomia” espresso con colore blu con un’intensità significativa.

A volte, l’unione fa la forza

Mi è stato spiegato che i soggetti con questa intensità, cercano spesso la comunanza e la reciprocità con gli altri. “Solo l’unione fa la forza” è uno degli slogan preferiti a tale proposito. Molti cercano il consenso con gli altri nel merito, nel modo di procedere e negli obiettivi. Spesso si ritiene naturale confidarsi con gli altri anche a livello privato e si cerca di creare sin da subito un legame emotivo naturale e adeguato al rispettivo tipo di relazione.

Ho avuto modo di riflettere su quale fosse la visione di squadra di una persona che esprime questo fattore in maniera opposta, ossia una persona che cerca indipendenza, libertà, autosufficienza, distacco emotivo. Nell’immaginazione mentale visiva di chi esprime “Autonomia” con colore rosso, la squadra è considerata un’entità ben organizzata se composta da singoli componenti, ognuno con un compito specifico assegnato. Mentre chi esprime il fattore “Autonomia” con intensità blu, considera la squadra come una singola e unica entità.

Da questa grande differenza, ho compreso l’importanza di rispettare il modo di approcciare questo fattore. In tal modo si può riconoscere quando è il momento di lasciare spazio all’atleta, specialmente durante situazioni di alta pressione come ad esempio un riscaldamento pre-gara.


Influenza: QUICK THINKER VS QUICK DECIDER, OK la leadership MA SENZA IMPOSIZIONI.

Un altro tema molto importante su cui abbiamo lavorato riguarda il Fattore Motivazionale “Influenza” che determina quanto è importante per una persona, prendere decisioni, influire, ed intervenire. Coloro che esprimono tale fattore con colore rosso, amano assumersi la responsabilità e il controllo della situazione ed esercitare influenza. Può invece risultare frustrante per loro provare un senso di inefficienza o perdita del controllo.

Alessandro Vigo
Gestendo la Influenza

Mentre le persone che esprimono il Fattore Motivazionale “Influenza” con intensità blu, preferiscono evitare situazioni nelle quali devono prendere decisioni, questo spesso suscita in loro una sensazione negativa di dominanza da parte degli altri.

Nella sfera sportiva e nelle relazioni tra allenatori e atleti, queste situazioni sono frequenti sia in allenamento che in gara e sono descritte con il concetto del Quick Solutions, ossia quelle circostanze in cui uno dei due, adotta metodi e soluzioni velocemente senza lasciare il tempo all’altro di pensare alle decisioni da prendere. È importante dunque riflettere ed essere consapevoli su chi tra i due è il quick thinker e chi il quick decider.

Al contrario di quello che si pensa spesso nella società, due caratteri forti e influenti sono capaci di risolvere rapidamente contrasti in quanto vedono spesso le cose allo stesso modo. Essere entrambi dei “Quick decider” è un punto a favore soprattutto quando c’è da prendere decisioni rapide e assumersi rischi e responsabilità.


Movimento: COME puoi SUPERARE I TUOI LIMITI con il luxx profile test.

Riferendoci all’ambito sportivo, il Fattore Motivazionale “Movimento” ha una forte importanza in quanto descrive il significato che le persone attribuiscono agli sforzi fisici intensi in senso generale.

Elisa di Lazzaro
Fattore Motivazionale “Movimento”

I soggetti che manifestano il Fattore Motivazionale “Movimento” con un’intensità rossa, raccontano di un ricorrente e continuo bisogno di muoversi, da soddisfare producendo uno sforzo fisico intenso. Ma cosa succede quando “Movimento” rosso si combina con “Sicurezza” neutra o blu ? La “Sicurezza” descrive quanta importanza riveste nella vita di una persona l’avversione al rischio e all’ansia, la stabilità e la protezione.

Le persone che presentano il Fattore Motivazionale “Sicurezza” di colore blu, generalmente sono orientate alla ricerca delle opportunità presenti dietro ogni sfida, con l’obiettivo non solo di raggiungerle ma di superarle. Al contrario coloro che presentano “Sicurezza” di colore Rosso, generalmente preferiscono prestare molta attenzione ai rischi e ai pericoli connessi dietro ad ogni azione e scelta.

Abbiamo dunque ragionato su quanto un’atleta è capace di spingersi oltre i suoi limiti, senza pensare alla paura di infortunarsi. Secondo gli studi e l’attuale letteratura, gli atleti che presentano questo tipo di combinazione sarebbero caratterizzati da alcune importanti qualità:

  • Concentrazione in situazioni impreviste e di alta pressione
  • Guarigione più rapida da infortuni e traumi
  • Gestione ottimale del dolore
  • Ricerca di Sfida estrema e desiderio di superare i propri limiti

Curiosità: Come vs perché, a cosa sono più interessati gli atleti?

Il Fattore Motivazionale “Curiosità” descrive l’importanza di acquisire nuovo sapere e nuove conoscenze nella vita di una persona. Chi manifesta questo Fattore Motivazionale con colorazione rossa, ama riflettere e analizzare e preferisce rispondere a una domanda centrale: “Perché?”

Come vs Perchè

Al contrario chi lo esprime con colore blu, cerca attività e contenuti in cui poter agire, fare ed eseguire qualcosa. Per queste persone poter creare dal punto di vista manuale, è molto più soddisfacente che occuparsene in modo puramente teorico.

Infatti, spesso sono più interessati alla domanda “Come?” e molto meno alla domanda “Perché?”, in quanto sostengono che un problema va semplicemente risolto e non è sufficiente comprenderlo. Riflettere su queste diverse prospettive, mi ha aiutato a perfezionare il modo in cui comunico con i miei atleti.

Inoltre, attraverso questa nuova chiave di lettura, mi sono reso conto che gli atleti hanno la stessa voglia, ambizione e motivazione, ma spesso siamo noi allenatori che facciamo fatica a individuare cosa vogliono scoprire o imparare a fare.

Ho riscontrato che l’abilità di saper riconoscere a cosa sono più interessati, si è rivelata determinante ad instaurare una comunicazione efficace, e di conseguenza a costruire una solida intesa di squadra.


Conclusione: PERCHÈ CONSIGLIO IL MENTAL COACHING AGLI ATLETI E AI COLLEGHI ALLENATORI?

In questo precedente articolo, abbiamo già descritto le caratteristiche, i vantaggi ed i benefici del Mental Coaching. Troppi atleti dedicano attenzione solo alla preparazione del proprio corpo, ignorando quanto l’allenamento mentale possa fare una grande differenza sulle prestazioni  sportive oltre che in generale sulla qualità della vita personale.

Tuttavia, attraverso la lettura di questo articolo, invito fortemente anche i colleghi allenatori, a riflettere con maggiore interesse su quanto sia importante imparare a relazionarsi nel modo più corretto ed efficace con i propri atleti.

Il lavoro di allenatore è complesso. Una delle cose più difficili di questo mestiere è imparare a capire e a conoscere la personalità dell’atleta che hai davanti.

Dietro ogni atleta, vi è una personalità unica nel suo genere, con specifiche peculiarità che lo caratterizzano dentro e fuori la pista. Pertanto, per instaurare ottime relazioni ed evitare incomprensioni che possono trasformarsi in rischiose discussioni, agli albori di una nuova collaborazione, così come nelle relazioni più longeve, è prioritario riuscire a instaurare una solida intesa e una comunicazione vincente tra gli allenatori e gli atleti.

Per riuscire a sviluppare tale competenza, credo sia necessario riconsiderare il lato più umano dello sport, in quanto probabilmente nessuna tecnologia ci aiuterà mai a raggiungere questa attitudine.

Il Mental Coaching si è rivelato uno strumento indispensabile a realizzare tale obiettivo e confido che possa supportarmi anche nell’immediato futuro.

Come sempre,
Il futuro è brillante.


Scopri la gamma dei servizi di mental coaching

Scopri la gamma dei servizi di Mental Coaching offerta da Scirocco TF e utilizza il codice sconto LUXX10 per ottenere un 10% di sconto su tutti i tipi di servizi.


Mental Coaching Webinar

Saresti interessato a partecipare ad una serie di webinar riguardo il tema del Mental Coaching? Compila il form a seguito e comunicaci il tuo interesse.

Open chat
1
Welcome to Scirocco TF. Can we help?